Categorie
approfondimento sul tema

Regole imposte o co-costruite?

09/02/2021

Il Dialogo tra Gherardo Colombo e Antonio Iudici, avvenuto nel primo incontro del 2021, ha portato a diverse riflessioni sulle regole…
Che cosa sono? A cosa servono? La scuola che cultura educativa sta promuovendo?

Cosa osserviamo sulle regole?

Ci troviamo davanti a un periodo storico che ha portato a molte imposizioni (mettere la mascherina, tenere la distanza dagli altri, ecc.).
In molte scuole italiane queste regole vengono eseguite dai bambini e dai ragazzi perché gli viene richiesto.

Il rischio è di volgere l’attenzione alla prescrizione di comportamenti appropriati al contesto, trascurando l’educazione delle competenze.

L’implicito di questa pratica educativa è che vi sia una relazione di causa-effetto tra la regola imposta e l’azione del bambino. Pertanto, non vengono considerate le capacità riflessive del soggetto.

Tale relazione è osservabile anche in altre situazioni che esulano dalla pandemia, le quali promuovono la formazione di una performance adeguata allo stimolo proposto dall’adulto.

Sebbene si possa osservare che il processo socio-culturale di cui facciamo parte abbia valorizzato molto l’aspetto istruttivo, dobbiamo tener presente che il mandato della scuola è anche educativo.
Istruire gli alunni significa fargli apprendere alcune nozioni di una certa materia, mentre educarli significa “promuovere con l’insegnamento e con l’esempio lo sviluppo delle facoltà intellettuali, estetiche, e delle qualità morali di una persona”.

“La scuola deve insegnare meno ad obbedire e molto più l’utilizzo del senso critico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.